Titolo 1

Art. 1
L’associazione politica – Piazza  Marche – (di seguito per brevità l’associazione) promuove l’affermazione nella vita politica e nelle Istituzioni della Repubblica Italiana, degli ideali e del programma politico.

Art. 2
E’ costituita e opera secondo le disposizioni dell’art. 49 della Costituzione della Repubblica Italiana e dell’art. 36 del Codice Civile.

Art. 3
L’Associazione  ha la sede provvisoria in Camerino, Loc. Baregnano e potrà costituire sedi secondarie in ogni Regione e comune del territorio italiano.

Art. 4
L’associazione opera per il conseguimento delle sue Finalità prevalenti, ovvero:
affermare :
A) la validità degli ideali  democratici di libertà e di giustizia sociale,
B) il diritto alla vita, al progresso dei popoli, allo sviluppo ed alla lotta alla miseria e alla fame,
C) la difesa dello stato di diritto contro ogni forma di sopraffazione e contro ogni regime autoritario o populista;
promuovere:
A) programmi politici e culturali che siano creatori di un sistema politico/economico adeguato alle più avanzate forme di civiltà in Europa e nel mondo,
C) l’adozione in ogni sede di programmi che tutelino la tradizione e la conservazione del patrimonio culturale della nazione e soprattutto quello della Regione Marche;
D) coniugare la democrazia e la libertà con le esigenze sociali e l’incentivazione dell’impresa, soprattutto nelle zone/Regioni che hanno subito gli eventi sismici dell’agosto/ottobre 2016;
E) la valorizzazione e l’incentivazione dell’agricoltura e del turismo quali fonti occupazionali ed economiche di risorse economiche ed occupazionali,
F)  confronti con le rappresentanze dei lavoratori delle migliori condizioni possibili nel mondo del lavoro,
G) lo sviluppo di politiche mirate per il diritto alla famiglia, allo studio, al lavoro.
Per raggiungere tali scopi l’Associazione potrà svolgere, nell’ambito della sua attività politica:  manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e ricerche di ogni tipo per la diffusione dei propri obiettivi culturali e politici anche a mezzo stampa e comunque con qualsiasi mezzo di comunicazione. Potrà promuovere incontri con il mondo del volontariato e del sociale. Tutte le attività potranno essere promosse e divulgate mediaticamente in qualsiasi modo.

Art. 5)
Potrà promuovere e curare direttamente o indirettamente la redazione o l’edizione di testi di ogni genere. Favorire la nascita di enti e gruppi, che anche per singoli settori, si propongano scopi analoghi al proprio, collaborando con essi tramite gli opportuni collegamenti e favorendone la loro adesione all’Associazione.
Potrà collaborare con qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale, ivi comprese amministrazioni statali e enti locali, nonché collaborare con organismi, movimenti o associazioni e partiti coi quali ritenga utile avere collegamenti, quando perseguano analoghi fini.
L’associazione potra’ inoltre ricevere contributi e sovvenzioni di qualsiasi natura da enti, persone fisiche e/o giuridiche, secondo le norme legislative vigenti.

L’associazione non ha fini di lucro.

 

Titolo 2

Art. 6
Possono aderire all’Associazione tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto i 16 anni di età e degli altri stati della Comunità Europea che intendano ispirare la loro attività, in campo politico e culturale, ai valori, e alle finalità e agli ideali, dell’Associazione senza nessuna discriminazione di razza, di sesso e di religione.
I soci potranno partecipare all’ attività dell’Associazione, di contribuire alla determinazione della linea politica e di concorrere alla elezione degli organi statutari.
Per essere ammesso come socio occorre presentare la domanda, compilano l’apposito modulo  in forma cartacea o anche on line.

 

Titolo 3

Art. 7
Sono organi dell’associazione:

  1. A) La Direzione
    B) Il Presidente
    C) Il Segretario anche con funzioni di tesoreria
  2. D) Il Collegio dei Probiviri

Art. 8
La Direzione ha i poteri di ordinaria amministrazione ed è composta da un minimo di 3 persone sino ad un massimo di 30 oltre il Collegio dei Probiviri, il Segretario e il Presidente che ne fanno parte di diritto, così come da Statuto.                                             La Direzione, in via esemplificativa, potrà predisporre ed approvare regolamenti interni, potrà dettare la linea per sviluppi successivi dell’associazione, potrà articolare piani programmatici, potrà formulare proposte politiche da portare all’attenzione delle Istituzioni, deliberare riguardo a provvedimenti di espulsione o sospensione dei soci dall’associazione, redigere verbale di ogni riunione, potrà nominare il Vice Presidente su proposta del Presidente.

Art. 9
Il Presidente ha la rappresentanza giuridica dell’Associazione ed i poteri di straordinaria amministrazione; potrà nominare i membri della Direzione e modificare il presente Statuto.

Art. 10
Il Segretario è nominato dal Presidente; egli dirige l’amministrazione dell’Associazione.

Art. 11
Il tesoriere, nominato dal Presidente, collabora con quest’ultimo ed è responsabile della gestione finanziaria e contabile dell’associazione.

Art. 12
Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri nominati dalla direzione; ha competenza a giudicare sui comportamenti politici e morali dei singoli soci.
L’accettazione di incarichi considerati incompatibili o la preesistenza degli stessi, comporta la decadenza dell’incarico di proboviro.
Le misure disciplinari sono: a) il richiamo, b) la sospensione, c) l’espulsione dall’associazione.       In caso d’espulsione l’ex socio può essere riammesso all’associazione  non prima di un anno dalla data dell’espulsione stessa; sulla domanda di riammissione dovrà esprimere un parere l’organismo che ha comminato l’espulsione.

Art. 13

Le entrate dell’Associazione sono:
A) i contributi volontari degli iscritti e degli elettori
B) i proventi delle feste e delle manifestazioni
C) i proventi delle sottoscrizioni, di singoli e di enti erogati secondo le norme di legge vigenti
D) i contributi previsti dalla legge
E) le eventuali quote per il rinnovo dell’iscrizione che, in ogni caso, è gratuita per l’anno 2019

Art.14

Le cariche dell’Associazione non sono remunerative e sono completamente gratuite.

I membri della Direzione possono essere scelti anche tra i non appartenenti all’associazione.

Art. 15
Per quanto non previsto dal presente Statuto si osservano le norme dei regolamenti e del Codice Civile.